HomeSebina e FranciacortaIl lungolago d'Iseo non riaprirà a breve: il Comune si scappatoia, ma...

Il lungolago d’Iseo non riaprirà a breve: il Comune si scappatoia, ma è polemica

-

Ci speravano i residenti e i frequentatori abituali, ma il lungolago di Iseo, chiuso per più della metà dai lavori di consolidamento delle sponde, non riaprirà a breve. Anzi, non è nemmeno possibile fare una previsione.

I disagi – lamentano in molti – sono notevoli, non solo dal punto di vista del colpo d’occhio, ma anche funzionale: i passaggi pedonali sono risicati, i bar hanno come panorama il cantiere e decine di parcheggi sono stati eliminati. La speranza che i lavori fossero più celeri, per salvare perlomeno mezza estate, c’era fino allo scorso venerdì, poi il Comune ha inviato una lettera a cittadini e a commercianti per fare il punto e «chiedere scusa».

La lettera

«I lavori di messa in sicurezza del lungolago non stanno rispettando i tempi previsti. Durante le lavorazioni di palificazione sono emerse criticità, per lo più derivanti dalla presenza di massi ciclopici nel sottosuolo, la cui imprevedibilità ha fortemente danneggiato alcuni tratti del muro esistente imponendo la programmazione, inizialmente non prevista, del suo abbattimento – si legge nella nota del Municipio -. Se poi, alle imprevedibilità del sottosuolo, aggiungiamo la difficoltà nel reperire le materie prime necessarie alle lavorazioni, ancor più difficoltoso risulta poter rispettare il cronoprogramma. A seguito di dette problematiche si è dovuto sospendere i lavori ripianificando la prosecuzione degli stessi in maniera conforme alle nuove soluzioni progettuali, soluzioni alle quali urgentemente stiamo dando corso condividendone aspetti tecnici ed operativi con gli enti sovracomunale preposti».

L’iter

L’Autorità di bacino, che ha finanziato le opere per conto di Regione Lombardia con 2 milioni di euro, le ha suddivise in due stralci. Il primo è quello attualmente interrotto: i cantieri dovevano partire entro la fine dello scorso novembre, subito dopo l’aggiudicazione dei lavori. «Il cronoprogramma locale dei contributi prevedeva l’inizio lavori in autunno così da poter chiudere il cantiere prima della stagione estiva, considerato il livello del lago e l’accessibilità all’area di cantiere» conferma l’ente sovraccomunale. A Iseo non è avvenuto così.

E ora? «L’obiettivo per le prossime settimane – chiosa il Comune – è ridurre l’area cantiere e limitare al massimo i disagi per turisti ed attività».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Torino
nubi sparse
17.2 ° C
17.5 °
16.4 °
58 %
1.6kmh
27 %
Sab
24 °
Dom
24 °
Lun
25 °
Mar
24 °
Mer
19 °