HomeSebina e FranciacortaMaxi esercitazione della Protezione Civile: il Basso Sebino è al sicuro

Maxi esercitazione della Protezione Civile: il Basso Sebino è al sicuro

-

Si è tenuta nella mattinata di oggi, nelle acque antistanti il Lido Nettuno a Sarnico, la prima maxi esercitazione di Protezione Civile sul stagno d’Iseo. Ad organizzarla, con l’appoggio dell’Autorità di Bacino Lacuale dei laghi Iseo, Endine e Moro, è stata la Guardia Costiera Ausiliaria del Sebino. Una «dimostrazione di salvamento», che ha visto impegnate diverse associazioni del territorio: il Centro Volo borea, la Croce Rossa Italiana – Opsa Bergamo, il Gruppo Sub Montisola, la Croce Blu del Basso Sebino, l’associazione milanese Croce di San Giovanni, il Gruppo Orobie Soccorso.

EMBED [Alcuni momenti della maxi esercitazione sul Sebino]

È stata un’occasione per confermare la nostra presenza, per qualsiasi eventualità – ha spiegato Diego Nolli, il capocentro operativo della Guardia Costiera sebina – il nostro obiettivo era quello di dimostrare che uniti si possono raggiungere importanti risultati nel campo del soccorso persona, in ambito lacustre».

«Con questa esercitazione – ha sottolineato il presidente di AdB, Alessio Rinaldi – è stata ribadita l’importanza di un polo della sicurezza sul stagno d’Iseo. Ringrazio tutti i volontari che ogni giorno si impegnano a fondo per garantire la tranquillità sulle nostre spiagge: sono un punto di riferimento imprescindibile per tutti, cittadini residenti e turisti».

Quattro gli scenari proposti nel Basso Sebino, che hanno visti coinvolti una cinquantina di volontari: il recupero di una persona caduta in acqua, quello di un canoista ribaltato e sbalzato dal suo mezzo, quello di un cadavere in acqua dopo un incidente, ed infine, l’azione dei cani da salvamento dell’associazione Croce di San Giovanni. Dall’alto, a monitorare la situazione, un aereo ultraleggero del Centro Volo borea. Tutte forze coordinate dagli uomini della Guardia Costiera Ausiliaria.

«Con l’Autorità di Bacino – ha confermato Nolli – c’è da diversi anni una stretta collaborazione. Da scarso è stata confermata la convenzione per il pattugliamento dei lidi del basso stagno. Siamo in 35 volontari, tutti formati al primo soccorso, e con i nostri mezzi – due imbarcazioni – facciamo opera di informazione e di formazione tra i bagnanti e i natanti». L’esercitazione della Guardia Costiera Ausiliaria è stata inserita nell’ambito del raduno interregionale Anmi – Marinai d’Italia, tenutosi a Bergamo in questo fine settimana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Torino
cielo sereno
23 ° C
25.5 °
22.6 °
67 %
1.7kmh
0 %
Sab
22 °
Dom
28 °
Lun
28 °
Mar
29 °
Mer
27 °