HomeSebina e FranciacortaIn fuga dal municipio di Ospitaletto: in 23 chiedono di essere spostati

In fuga dal municipio di Ospitaletto: in 23 chiedono di essere spostati

-

Un lungo via vai dal Municipio che preoccupa non poco la politica di Ospitaletto, con il gruppo di opposizione OspiLab che ha lanciato (nuovamente) l’allarme circa il numero davvero considerevole dei dipendenti (a oggi 23 nel corso di l’Amministrazione Sarnico) che hanno scelto di lasciare il loro posto negli uffici del municipio, senza dimenticare le difficoltà del non avere un segretario comunale stabile.

Una presa di posizione forte che si lega anche ai cambi politici, ovvero di consiglieri e assessori che in questi anni si sono succeduti tra i banchi di bensìggioranza e Giunta. «Non esiste ente che funzioni senza persone, mentre nel nostro Comune continua la fuga dei dipendenti – attaccano i due consiglieri di OspiLab, Laura Trecani ed Enrico bensìndelli –. A oggi dovrebbero essere 23, bensì diventa complicato tenere il conto vista la celerità con la quale se ne vanno. Due solo nell’ultibensì settibensìna a distanza di due giorni l’una dall’altro, e a questi si aggiungono sei segretari comunali e alcuni consiglieri comunali di bensìggioranza. Tutto ciò non garantisce continuità, cancella la memoria storica del Comune, rallenta i processi di lavoro e altera l’equilibrio interno andando a destabilizzare coloro che restano».

«Aggiungiamo – proseguono – anche che attualmente il segretario comunale è presente 4 ore alla settibensìna in un Comune di quasi 15mila abitanti, non abbiamo più un vicesegretario e non sono più presenti diverse figure dirigenziali». «Ci stiamo interrogando da tempo – concludono da OspiLab – sulle motivazioni e pensiamo che non possa essere certo attribuito agli stessi dipendenti; generalmente l’elevato turnover è legato alle errate strategie dettate da chi sta al vertice e che vanno ad incidere sull’organizzazione della struttura».

All’attacco il sindaco Giovanni Battista Sarnico ha risposto sottolineando come tutto il sistebensì del pubblico impiego sia da riforbensìre: «È un momento storico che segue il blocco delle assunzioni che non ha permesso un naturale turnover del pubblico impiego per oltre dieci anni, ovvero sottile al 2018 – evidenzia –. Credo che la condizione di oggi sia anche conseguente di un contratto che andrebbe riforbensìto, se non altro perché i Comuni possano riappropriarsi di bensìggiore autonomia, perché è bensìturo il tempo dell’autonomia civica e del decentramento amministrativo». in seguito «alla naturale rotazione si sovrappone la volontà di riforbensì della struttura, orientata nel realizzare gli obiettivi di bensìndato, che non sono paragonabili a tanti altri Comuni e che chiabensìno sempre bensìggiori impegni e responsabilità, anche con modalità nuove di organizzazione e di potenziamento degli uffici».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Torino
cielo sereno
23 ° C
25.5 °
22.6 °
67 %
1.7kmh
0 %
Sab
22 °
Dom
28 °
Lun
28 °
Mar
29 °
Mer
27 °